http://www.onlyinyourstate.com/kentucky/world-wouldnt-be-the-same-ky/

Il filone musicale bluegrass si caratterizza per l’utilizzo di strumenti acustici, in particolare strumenti a corda come la chitarra acustica, il banjo a cinque corde, il mandolino, il violino e il contrabbasso. Questa è la base del bluegrass, che per certi aspetti somiglia molto al country. Agli strumenti appena citati spesso si aggiungono la voce di un o di una cantante e altri strumenti a percussione come la batteria e altri come l’armonica a bocca. La chitarra acustica è un tipo di strumento il cui suono è prodotto dalla vibrazione delle corde e si propaga a intensità udibili attraverso la risonanza della cassa armonica, senza la necessità di amplificazione elettrica.

Il Banjo è un cordofono di origini africane popolare già fra gli afroamericani durante la Guerra di secessione americana nella sua versione a cinque corde, quella utilizzata nel genere bluegrass. Il mandolino, uno strumento della famiglia dei cordofoni caratterizzato da quattro corde doppie, il contrabbasso, anch’esso un codofono ma ad arco, nato nel XVI secolo in Europa il cui suono viene prodotto dall’attrito sulle corde del crine di cavallo montato su una bacchetta di legno, detta archetto. Ma troviamo strumenti particolari come la chitarra resofonica inventata negli Stati Uniti alla fine degli Anni Venti da John Dopyera, emigante polacco e l’armonica a bocca, uno strumento a fiato inventato nel 1821 dal tedesco Christian Friedrich Ludwig Buschmann e usato in modo particolare per generi come la musica blues, la musica folk e la musica rock, ma anche la musica classica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *